Ludoteca

#01

THOMAS KRATZ​

essay it's a soundtrack by Marco Paltrinieri

EN – The first guest of Ludoteca is the Berlin based artist that on this occasion presents an unpublished painting part of the production realized for Salve, the first solo show with the gallery in 2016.
The essay accompanying the work is a soundtrack conceived by Marco Paltrinieri to be listened by real. It seems to describe the work itself through the sound, completing the intervention and generating a unique atmosphere. In this way the gap between the virtual and the reality is underlined through a concrete gesture not able to be replaced by the web, respecting the importance for an artwork to live in the real world.

"The track is an attempt to respond to personal feelings and thoughts inspired by a series of paintings by Thomas Kratz, an artist that I admire. I tried to absorb and reflect through sound and words the nuances of the tension between stillness and motion perceivable in many of his works and in the one on display in particular. The track contains a series of field recordings documenting an old performance by Kratz and kindly offered by the artist himself." (M.P.)

IT – Primo ospite di Ludoteca è l'artista berlinese che per l'occasione presenta un dipinto inedito parte della produzione di Salve, la sua prima mostra personale con la galleria nel 2016. 
Il saggio che accompagna l'opera è una colonna sonora ideata da Marco Paltrinieri per essere ascoltata dal vivo, che intende descrivere l'opera attraverso il suono, completando l'intervento e rafforzando l'atmosfera. Il divario tra il virtuale e il reale viene in tal modo accentuato da un gesto tangibile che il web non è in grado di sostituire, valorizzando l'importanza per un'opera d'arte di esistere nella realtà.

"La traccia è un tentativo di rispondere a sentimenti e pensieri personali ispirati da una serie di dipinti di Thomas Kratz, un artista che ammiro. Ho cercato di assorbire e riflettere attraverso il suono e le parole in esso contenute, alcune sfumature della tensione tra immobilità e movimento percepibili in molte delle sue opere e in quella esposta in particolare. La traccia contiene una serie di field recordings che documentano una vecchia performance di Kratz, gentilmente concessa dall'artista per l'elaborazione del brano".

Credits:

Thomas Kratz
Cab NOR, 2015

acrylic and spray paint on canvas 95x90 cm
courtesy the artist and Giorgio Galotti

Essay (soundtrack):
Marco Paltrinieri
I progressi di una figura (for Thomas Kratz), 2021

track on cassette to be released in Thessaloniki, Greece
courtesy the artist and Granny Records

Length: 8'48"

Listen here